Fondotinta o viso “acqua e sapone”?

IMG_1998

Quante favole ci hanno raccontato le nostre nonne, forse anche le nostre mamme, sulla storia del viso pulito e della pelle che deve respirare….La pelle non e’ un polmone, non respira, anzi, l’ossigeno la invecchia perché fonte di radicali liberi ossidanti. Ma essendo piena di micropori ( sia per la presenza di microscopiche ghiandole sudoripare che per i bulbi piliferi)la pelle diventa un ottimo luogo di stockaggio per le impurità atmosferiche, che si depositano, si mescolano con il sebo dando luogo a prodotti irritanti e infezioni della pelle: rossori, prurito, desquamazione e talvolta anche brufoli. Di fatto il fondotinta di buona qualità ci protegge durante la giornata, sia d’estate che d’inverno. Quindi sì al fondotinta, soprattutto se viviamo in città ad alto tasso di inquinamento. Lo smog può essere fonte di irritazioni ed allergie, le micro-particelle dei metalli pesanti possono depositarsi nelle ghiandole sebacee,ed inoltre il sole favorisce le rughe, freddo e vento contribuiscono a disidratare la pelle. Non è più quindi come un tempo in cui l’aria pulita faceva bene alla pelle. I fondotinta di ultima generazione sono vere e proprie creme anti-aging e formano una vera barriera protettiva contro le aggressioni esterne. Contengono sostanze idratanti , vitamine, acido ialuronico, fattori di protezione solare. Sono quindi molto completi. Inoltre, per chi ha problemi di allergia (sempre possibili con qualunque prodotto che si applica sulla pelle) in farmacia ne esistono di specifici, ipoallergenici e testati clinicamente: fondotinta privi di nickel,di profumo e conservanti. E anche privi di glutine, per i celiaci. Ma a a ciascuno il suo: idratanti e liquidi perle pelli secche, nella formulazione “non oil” specifica per pelli grasse, in forma compatta a protezione solare50+ adatti d’estate sia in città che per il mare.

Maschera per il viso allo yogurt biologico e miele

IMG_1999

Ci stiamo allontanando sempre più dall’ inverno. Una stagione lunga, che porta con sé freddo, vento, pioggia e alcuni piccoli disagi per la pelle del viso dove e’ molto comune sentire la pelle che “tira”. Riscaldamento, freddo e vento non hanno fatto altro che disidratarla. Una buona regola e’ quella di ricorrere a maschere idratanti almeno a giorni alterni, che danno quel surplus di idratazione che alla nostra pelle manca. Ottime quelle a base di collagene, di acqua termale e vitamine, che possiamo lasciare assorbire senza risciacquo. Ma funzionano bene anche quelle che possiamo realizzare in casa. Eccone una semplicissima a base di YOGURT E MIELE .Richiede come ingredienti un vasetto di yogurt intero naturale compatto, un cucchiaino di miele biologico e, a seconda del tipo di pelle, un cucchiaino abbondante di olio di mandorle dolci se la pelle è secca, un cucchiaino di olio di sesamo se si e’ in menopausa – l’olio di sesamo è ricco in fitoestrogeni) un cucchiaino di olio di argan, se la pelle è fragile e sensibile ( questi oli si trovano sia in erboristeria che in farmacia) . Mescolate in una ciotolina lo yogurt, il miele ( leggermente riscaldato per renderlo liquido) e l’olio prescelto fino ad amalgamarli bene. Stendete il composto cremoso sul viso ben pulito, con le dita o con un pennellino morbido. Lasciate agire per venti minuti e poi sciacquate con acqua tiepida. Questa maschera idrata la pelle grazie all’olio di mandorle, di sesamo o di argan, tutti ricchi in vitamine E ed F e anche grazie agli zuccheri del miele. Idratanti anche le proteine, ed i lipidi dello yogurt , a cui si somma l’attivita’ bio-stimolante del calcio,un minerale inserito oggi nei più sofisticati prodotti anti-aging. Il ph acido dello yogurt ha un’azione di soft peeling, da cui ne risulterà una pelle più morbida e luminosa.

Scrub di primavera all’avogado

IMG_2001

Dedicarci di tanto in tanto alla cosmesi naturale, combinando frutta,miele e yogurt , è uno di quei piccoli piaceri della vita che possiamo assaporare in casa, quando vogliamo prenderci un momento di relax e diventare protagonisti della nostra bellezza e del nostro benessere. Ora che siamo A UN PASSO DALLA PRIMAVERA possiamo cimentarci in una MASCHERA- PEELING naturale super-idratante e levigante a base di avogado, miele e farina di mais ( ovvero la farina di polenta). Facile da preparare, ecco l’occorrente: la polpa mezzo avogado ben maturo ( il resto nell’insalata ! ricco in omega 3 fa bene anche mangiarlo, come fonte di grassi vegetali idratanti per la pelle e le aarterie), un cucchiaio di miele biologico liquido e un cucchiaino di farina di mais.

Schiacciate con una forchetta l’avogado e mescolatelo in una ciotola con il miele fino ad ottenere un composto cremoso ed in seguito amalgamate la farina di mais. Otterrete un composto granulare, normalmente definito SCRUB. Applicate la maschera sul viso pulito, con le dita o con un pennello morbido, lasciatela agire per 20-30 minuti , poi massaggiate tutto il viso per un minuto con movimenti circolari dei polpastrelli. Infine sciacquate con acqua tiepida. Applicate poi una crema idratante, Questa maschera è utilissima per tutti i tipi di pelle, ma in particolare per quelle costituzionalmente secche, disidratate dal freddo , segnate dal sole o da frequenti lampade UV. L’avogado è una vera fonte di giovinezza: è ricco in omega 3, vitamina E ( antiossidante e anti-invecchiamento) e vitamina A, utile per il ricambio cellulare epidermico. Come frutto oleoso, ammorbidisce e idrata la pelle non solo se applicato esteriormente ma anche consumato a tavola con regolarità, soprattutto in caso di cute sensibile, post-menopausa e in caso di diete dimagranti ipocaloriche, che tendono a seccare la pelle. A livello cosmetico l’olio estratto dall’avogado è molto usato puro per i massaggi del corpo o inserito in creme per il viso o per il corpo.

La maschera- scrub idrata, distende il viso, attenua le micro-rughe superficiali allontanado le cellule morte degli strati più superficiali dell’epidermide. Potete ripeterla 1 volta a settimana e si può usare anche per il collo e decolté.